© 2017 by Centro Studi Assenza. Up to date 05/10/2017

16 novembre 2019
Ore 14.00

Circolo Filologico Milanese

L’impensato/la prensione dell’atto che sfugge/la mutazione del corpo che pensa

Con Paolo Ferrari, Marco Dotti, Susanna Verri, Erika Carretta

La contemporaneità e le dinamiche dell’evoluzione della materia fino alle controverse oscillazioni e tensioni della fase attuale, alla scoperta di quella zona dell’essere e dell’esistere che è partecipe e mediatrice del cosiddetto ‘impensato’. Una nuova possibilità di apertura al di là dei muri, delle differenziazioni e delle chiusure, un sentiero lungo il quale il pensiero possa disporsi e attingere a un differente grado di conoscenza che renda possibile una relazione, ricca contemporaneamente d’affetto e di distacco, tra uomini e uomini, uomini e cose, proiettandosi nella complessità di un
universo che, nuovo, si ponga di fronte ai temi attuali più ardui. L’esistenza – o l’inesistenza – di una realtà d’altra origine che non si avventuri in fantasie fantascientifiche o ipotesi di robot pensanti o di corpi immortali posti sotto ghiaccio
nell’attesa di essere riportati al mondo; ma che si apra a una speciale mancanza, capace di un’attività che rinnova: il mondo s’attenua o addirittura scompare “quale cosa concreta”.

Per maggiori informazioni visita il sito: https://bookcitymilano.it/